fbpx

Tips.

Altri 5 errori grammaticali diffusi sui social

Secondo un’indagine recente, 7 italiani su 10 ammettono di compiere strafalcioni linguistici. Quindi facciamo luce su 5 errori grammaticali che serpeggiano nel web e nei social:

 

• CE N’È. Terza persona singolare al presente indicativo del verbo ‘esserci’. È un caso di elisione di ‘ce ne è’: la ‘e’ di ‘ne’ cade, e rimane la forma contratta.

 

• STASERA. È un’univerbazione della formula ‘questa sera’ ; caduto il nesso ‘que’, le due parole si uniscono in ‘stasera’.

 

• LINGUINE. Sciogliamo il dubbio: ‘inguine’, è la parte anatomica; le ‘linguine’ rimangono un delizioso tipo di pasta tipica della Liguria.

 

• QUALCUN ALTRO. La grafia corretta è senza apostrofo, essendo un troncamento; mentre al femminile (qualcun’altra) è necessario.

 

• PROPRIO. La parola deriva dal latino proprium e si scrive con due ‘R’. ‘Propio’, variante diffusa sino al ‘300, è stata ormai abbandonata.

 

Qual è l’errore grammaticale più originale in cui ti sei imbattuto?Scrivilo in un commento. Gli errori più divertenti faranno parte della prossima tip sulla #grammatica!

Blank. TIPS - La verità sul CASO SUPREME-BARLETTA
Inspire.
La verità sul CASO SUPREME BARLETTA
Famiglia Miotti Blank Inspire
Inspire.
Intervista Famiglia Miotti – Blank. Ispire.