fbpx

La volta scorsa abbiamo passato in rassegna le varie ere videoludiche; ora facciamo un passo in avanti parlando di qualcosa che non può mancare in ogni buon gioco: il #content!

Ecco una (personale) carrellata di titoli, più e meno datati, i cui contenuti hanno appagato molti animi NERD. Here we go:

?? Mario Bros. Nella saga dell’idraulico più famoso al mondo le cutscenes sono limitate ma già altamente funzionali, per lo più inserite tra un livello e l’altro!

?? GTA San Andreas. Uno dei #sandbox più giocati al mondo,grazie anche alle numerose cutscenes che assumono un’importanza focale. Il giocatore “entra” nel gameplay, immedesimandosi nel protagonista.

?? The Last of Us. Trama avvincente, ambientazioni suggestive, linea narrativa conturbante. I contenuti video di questo #survival richiamano inoltre alcune icone pop cinematografiche e televisive. Serve aggiungere altro?

?? Fortnite: il #battleroyale più giocato di sempre ha tenuto sulle spine i suoi milioni di giocatori dopo l’ormai celebre evento “the end”. Se questo non è content di prima qualità, cosa lo è?

?? Half Life 3. VR e content: un connubio perfetto. L’esperienza della realtà aumentata potrebbe rappresentare la nuova frontiera della narrazione videoludica. Non ci resta che attendere… e provare!

 

 

Oggi incontriamo l’eclettica Susanna Martucci, CEO & Founder di Alisea, un progetto nato nel 1994 che ha fatto del riciclo e del “riuso” un’identità di impresa.

Da qui nasce Perpetua: la matita in grafite, dal design studiato in ogni dettaglio,
che promuove l’ecosostenibilità del Pianeta.

Susanna e il suo team si battono ogni giorno per superare il concetto di usa-e-getta, in favore di un’economia circolare. Dove i prodotti si trasformano in valori.

Questo è il cambiamento con cui (Ri)scrivere il futuro!

Nel corso di oltre 40 anni, il mondo videoludico ha visto il susseguirsi di varie ere o periodi, ognuna caratterizzata da un genere di punta e da una specifica tipologia di content. Riassumiamo i 5 generi principali.

1. ARENA o ARCADE, i precursori di qualsiasi gioco odierno, caratterizzati da avventure suddivise in livelli o missioni (PAC-MAN, Crash Bandicoot, The Legend of Zelda, Super Mario).

2. SANDBOX, si svolgono in ambientazioni estese e prive di limiti in cui il player esplora la mappa senza l’obbligo di seguire nessuna task. (Minecraft, Fallout, Assassin Creed, Age of Empire, GTA).

3. SURVIVAL, la parola stessa dice tutto, tra i titoli più gettonati: The Last of us, The Forest , Days Gone…

4. BATTLE ROYALE, si basano sulla sopravvivenza dei vari giocatori che si scontrano tra di loro in un’arena (come non citare Fortnite!).

5. VR, la virtual reality sta prendendo sempre più piede e per molti rappresenta il futuro del gaming, nonostante gli ancora evidenti limiti tecnici. Vedremo come si evolveranno…

Per ora ci fermiamo qui, ma vi diamo appuntamento per la seconda parte NEXT WEEK!

 

 

Riassumere questo nuovo formato in poche parole è semplice: due idioti davanti a uno schermo, pronti a commentare a caldo le peggiori (o migliori?) scene cinematografiche di sempre.

 

Per la prima puntata si vola verso Bollywood, il fratello più esotico di Hollywood con una carrellata di action-movie decisamente eccentrici. Sparatorie improbabili, effetti speciali da galera e tanti, tanti punti di domanda.

 

?? AVVERTENZA ?? dopo la visione di questo video, la vostra vita non sarà più la stessa!

 

 

Video promo per Vision Lab Apps

 

Uno stile cyberpunk e un setting industrial per una comunicazione minimale, evocativa e d’impatto. Quando l’immaginazione diventa realtà (virtuale).

 

Dilemma amletico che colpisce molti brand e imprenditori: “meglio affidarsi a un’agenzia o a un freelancer per la mia comunicazione?” La risposta giusta non c’è, tutto dipende dalle esigenze specifiche: passiamo quindi in rassegna i pro e i contro delle due scelte!

 

FREELANCER

-VANTAGGI: costa meno; è più facile da reperire

-SVANTAGGI: competenze limitate; non c’è controllo qualità esterno; gestirlo può rivelarsi difficile

 

STUDIO/AGENZIA

SVANTAGGI: costa di più; più burocrazia

VANTAGGI: stila una strategia; organizzazione più capillare; controllo qualità; ha a disposizione un intero team

 

E voi, a chi vi affidereste?